3 GIUGNO 1902: ANTONIO VALVONA BREVETTAVA IL CONO GELATO

cono gelato

Brevetto Valvona

Ricorre in questi giorni l’anniversario del deposito, da parte di Antonio Valvona, del brevetto di un “apparecchio per la cottura di biscotti per gelato” (United States Patent Office n. 701776) avvenuta il 3 giugno 1902. Nelle vicende che riguardano l’invenzione del cono gelato questo è stato un evento importante in quanto, di fatto, contraddice la paternità attribuita a Italo Marchioni che brevettò un apparecchio simile un anno dopo, nel 1903. Infatti, a seguito di una denuncia da parte di Frank Marchioni, cugino dello stesso Italo, diventato nel frattempo socio del Valvona, il giudice stabilì che Italo aveva ribrevettato il cono di Valvona senza aggiungere nulla di nuovo, dando quindi ragione al cugino Frank. Il dibattito sul brevetto del cono è comunque  oggetto di molte controversie e polemiche e non è mai stato  del tutto risolto tanto è vero che, alla morte di Italo Marchioni, il New York Times, così il come il  New York Herald Tribune, attribuivano allo stesso la paternità del brevetto del cono. (fonte: whatscookingamerica.net). Senza dimenticare che qui si parla di coni stampati e non di quelli realizzati con le cialde arrotolate ….. (n.b. nell’immagine in evidenza è stata utilizzata una foto di coni prodotti dall’azienda Babbi)

 

gelato

Brevetto Marchioni

Seguici su: