CONCLUSA LA 60. MIG DI LONGARONE – I VINCITORI DEI CONCORSI

La 60. MIG – Mostra Internazionale del Gelato Artigianale ha chiuso oggi i battenti a Longarone (BL) con un bilancio complessivamente positivo. Rispetto all’edizione precedente l’afflusso di visitatori si è confermato stabile, con rappresentanze di operatori da una quarantina di Paesi. Nonostante l’assenza ufficiale di qualche noto marchio GELATO ARTIGIANALEdi settore, le aziende in fiera, assai qualificate, hanno garantito un’offerta completa di tutto quanto serve per la gelateria: macchine, attrezzature, semilavorati, materie prime, arredamenti, accessori e servizi, confermando Longarone come importante occasione di incontro tra gelatieri e loro fornitori. Significativa anche la presenza di tante Associazioni di gelatieri con la proposta di interessanti iniziative e attività per la crescita professionale e la promozione della categoria del gelato artigianale. Assai fitto è stato poi il programma di incontri, presentazioni e dibattiti. Molto seguito e di grande attualità, ad esempio, l’incontro per fare chiarezza sulle disposizioni europee che dal 2021 vietano l’utilizzo di prodotti in plastica monouso quali coppette e cucchiaini. La Mostra Internazionale del Gelato, celebrando i suoi 60 anni di storia, ha poi confermato lo stretto gelato azotolegame con il territorio, “una terra – come ha sottolineato, Roberto Padrin,  sindaco di Longarone e presidente della Provincia di Belluno – che ha contribuito in passato e dimostra di saper contribuire ancora al successo del gelato artigianale nel mondo”.  Aspetto, questo ribadito nei diversi interventi che hanno caratterizzato anche un’altra importante celebrazione, quella dei 50 anni di UNITEIS, l’Associazione dei Gelatieri italiani in Germania

Così come fanno parte della storia della Fiera anche i diversi concorsi che hanno attratto anche quest’anno l’attenzione dei gelatieri. Su tutti il Concorso Coppa d’Oro, anche esso alla 50. edizione, che ha visto primeggiare Barbara Bettera di Rivolta d’Adda (CR). Avvincente anche la fase finale del Concorso Carlo Pozzi, riservato alle scuole alberghiere italiane con il primo posto l’istituto alberghiero F.P. Cascino di Palermo il quale si

gelato artigianale

aggiudica la macchina per gelato professionale messa in palio in collaborazione con l’azienda Telme.  Successo anche per la novità 2019, il concorso “Gelato a Due” che ha visto cimentarsi in una gara a colpi di portate coppie di chef e gelatieri. A conquistare il primo premio è stata una coppia giapponese, lo chef Takeshi Kamada e il gelatiere Satoshi Takada. Da domani a Longarone si lavora già per la prossima edizione, programmata dal 29 novembre al 2 dicembre 2020 che, lo ha comunicato il presidente dell’organizzazione fieristica longaronese, Gian Angelo Bellati, dedicherà particolare attenzione alla qualità e alla sostenibilità ambientale in gelateria.

Seguici su:
error

redazione