CORONAVIRUS: PROBLEMI ANCHE PER IL MONDO DEL GELATO

Il grande problema del COVID – 19 (coronavirus) che sta avendo gravi ripercussioni anche per l’economia, coinvolge da vicino il mondo del gelato. In primo luogo le aziende produttrici di macchinari, attrezzature e prodotti situate nelle “zone rosse” che sono soggette a forti restrizioni che penalizzano pesantemente l’attività e la produzione. Problemi sicuramente anche per le stesse gelaterie le quali, anche se collocate al di fuori delle zone a maggior rischio, ma nelle gelatoregioni coinvolte dal fenomeno, devono sottostare ai dettati del recente decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1 marzo che, tra l’altro, prevede: lo svolgimento delle attività di ristorazione, bar e pub, a condizione che il servizio sia espletato per i soli posti a sedere e che, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali, gli avventori siano messi nelle condizioni di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro”.

A seguito del decreto sono stati rinviati anche alcuni eventi come il tradizionale concorso del Gelato al Prosecco messo in programma dalla Mig di Longarone e dal Comune di Valdobbiadene per sabato 7 marzo nell’ambito dell’Antica Fiera di San Gregorio e le iniziative dedicate al gelato previste nell’ambito della 16. edizione di Identità Golose, (Milano 3-7 marzo), manifestazione che si svolgerà da venerdì 3 Luglio a domenica 5 Luglio.