GELATO ARTIGIANALE DI ALTA QUALITA’ – UN NUOVO DISEGNO DI LEGGE

Disposizioni per la produzione e la definizione del gelato artigianale italiano di alta qualità nonché per la definizione della figura professionale dell’artigiana gelatiera e dell’artigiano gelatiere” è il titolo del disegno di legge presentato il 10 ottobre 2019 alla presidenza del Senato dal senatore Riccardo Nencini (gruppo misto IV-PSI). Pur nella consapevolezza che anche questa iniziativa difficilmente arriverà in porto, e senza entrare nel merito della sua validità o meno (lo lasciamo fare ai tanti esperti) riteniamo sia utile darne notizia anche perché, rispetto ad altre analoghe proposte  affronta, non solo le gelatocaratteristiche che dovrebbero differenziare il gelato artigianale da quello industriale, ma solleva una questione che appare comunque interessante, quella della figura professionale dell’artigiana gelatiera e dell’artigiano gelatiere, ciò per il motivo che – evidenzia lo stesso senatore Nencini nella relazione che accompagna la proposta – “non essendoci un percorso formativo istituzionalizzato per avviarsi alla professione di gelatiere artigiano, chiunque e senza preparazione tecnica può, con l’aiuto di prodotti semilavorati dell’industria, improvvisarsi gelatiere e proporre prodotti industriali pronti definendoli gelati artigianali”. In questo senso, l’articolo 2 del disegno di legge prevede che: “ai fini della presente legge, per «artigiana gelatiera» e «artigiano gelatiere» si intende un professionista che ha specifiche conoscenze tecniche sulla produzione dei gelati e sulla merceologia degli ingredienti che deve manipolare per la preparazione delle proprie ricette. Tali specifiche conoscenze sono definite in un percorso formativo includente competenze di base per lo svolgimento della professione attivando appositi corsi abilitativi presso le scuole professionali alberghiere che rilasciano apposito titolo”.

Per chi vuole approfondire, a questo link il testo del disegno di legge.

Seguici su:
error

redazione