INQUADRAMENTO DELLA GELATERIA: COMMERCIO, ARTIGIANATO O INDUSTRIA

L’attività di gelateria (così come la pasticceria) considerate le diverse modalità in cui viene espletata, ai fini normativi viene inquadrata con modalità e trattamenti specifici sia sotto il profilo fiscale sia delle leggi sul lavoro (INPS, ecc.). Per individuare  l’attività si può partire innanzitutto dalla Classificazione delle attività economiche Ateco 2007”. Il codice ATECO ha soprattutto valore statistico e viene di solito usato nelle operazioni di denuncia o di registrazione della propria attività alla Camera di Commercio, ma, come dicevamo, tale codice è importante anche ai fini di poter inquadrare l’attività ai fini fiscali. In questo caso, per trovare l’attività di gelateria il percorso inizia dalla gelato newssezione I “Attività dei servizi di alloggio e ristorazione” per passare poi alla voce 56 “Attività dei servizi di ristorazione” poi alla successiva 56.1 “Ristoranti e attività di ristorazione mobile”. C’è poi la voce 56.10 denominata ancora “Attività dei servizi di ristorazione mobile” dove, finalmente, vengono evidenziati i codici 56.10.30 riferito a Gelaterie e Pasticcerie e 56.10.41 riferito a Gelaterie e pasticcerie ambulanti. Sempre riferito alle attività di gelateria e pasticceria c’è poi un’altra classificazione nel caso questa si svolga in laboratori senza accesso per il pubblico. In questo caso l’inquadramento previsto è nell’industria o nell’artigianato, con il codice 10.52.00 per la produzione di gelati e con il codice 10.71.20 per la produzione di pasticceria.

La distinzione è  importante ai fini delle leggi sul lavoro. Al proposito l’INPS è intervenuta in particolare con la circolare numero 56 del 08-03-2017 (dove al punto 2 tratta il caso specifico) successivamente integrata dal messaggio n.2645 del 23 giugno 2017 dove si precisa cosa si debba intendere per:

  • gelateria o pasticceria industriale o artigianale, da svolgere con: – codice statistico contributivo (c.s.c.) 10407/40407 e Ateco 10.52.00 per la produzione di gelati; – c.s.c. 10405/40405 e Ateco 10.71.20 per la pasticceria; Per l’inquadramento nel settore industria, la produzione di gelati o pasticceria dovrà essere svolta GELATO ARTIGIANALEin un laboratorio/opificio che non preveda l’accesso al pubblico.
  • gelateria o pasticceria, intesa come luogo aperto al pubblico dove si vende il prodotto (pubblico esercizio). In tal caso, trattandosi di somministrazione al pubblico di cibi e bevande, si userà il c.s.c. 70504 e Ateco 56.10.30 o 56.10.41 se svolta in forma ambulante. Comunque l’attività può rimanere nell’ambito dell’artigianato se viene svolta direttamente dal titolare (vedi art. 2 legge quadro per l’artigianato Legge 8/8/1985 n. 443) e sia venduto esclusivamente o prevalentemente il prodotto e non anche altre bevande. A questo proposito si ricorda che il prodotto dev’essere venduto per asporto o consumato sul posto senza posti a sedere che presuppongano un servizio al tavolo (vedi sentenza Consiglio di Stato). In caso contrario, l’attività dovrà essere ricondotta nell’ambito dei pubblici esercizi (c.s.c. 70504).
Seguici su: