RIAPERTURA IL 18 MAGGIO ?

E’ probabile che l’effettiva riapertura delle gelaterie, bar, ristoranti, ecc.  venga anticipata al 18 maggio rispetto alla data prevista del 1 giugno. E’ quanto emerge dall’incontro che i rappresentanti delle Associazioni imprenditoriali dell’artigianato e del commercio  (Confartgelatoigianato, Casartigiani, CNA, Confcommercio e Confesercenti) hanno avuto con il presidente del consiglio dei ministri, Giuseppe Conte. Questo, sembra potrà avvenire però in maniera differenziata nelle Regioni dove la situazione è meno problematica. Potrebbe anche accadere che l’apertura in alcune Regioni venga ulteriormente anticipata. Ci saranno naturalmente da rispettare tante misure di sicurezza ma almeno si potrà ripartire con una certa normalità. Se la possibilità di effettuare il servizio a domicilio e recentemente l’asporto ha consentito in qualche modo di lavorare, per una sia pur difficile ripresa è infatti necessaria la riapertura effettiva. Questo è anche il risultato delle diverse richieste avanzate recentemente al Governo da parte di associazioni e rappresentanze di categoria tra le quali, la petizione promossa dalla FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) che ha raccolto in pochi giorni oltre 21 mila firme. La stessa FIPE per garantire la sicurezza sia per gli operatori sia per i clienti, quale dimostrazione di serietà da parte dell’intera categoria, ha elaborato anche uno specifico protocollo delle procedure da rispettare. Oltre alla possibilità di riaprire le attività le Associazioni hanno chiesto al Governo anche provvedimenti economici concreti che consentano di compensare le gravi perdite subite a causa della forzata chiusura.