FRIULI VENEZIA GIULIA: LA LEGGE SUL GELATO APPROVATA IN COMMISSIONE

La Commissione Artigianato del Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia ha espresso in questi giorni parere favorevole alla proposta di legge sul tema “Promozione e tutela della produzione del gelato artigianale di qualità in Friuli Venezia Giulia” presentato dalla consigliera, Maddalena Spagnolo, con il sostegno del Gruppo consiliare della Lega, in data 13 marzo 2019. Il testo della legge, al quale in gelato friuliquesti mesi sono state apportate alcune modifiche, prevede 8 articoli. Nel primo vi si precisano i principi: tutela del consumatore, promozione delle materie prime territoriali (in particolare quindi il latte e la panna, ma anche la frutta e da alcuni anni gli ortaggi) nel processo di produzione, valorizzazione dei processi tradizionali di produzione del gelato artigianale di qualità. L’articolo 2 rimanda alle definizioni di “gelateria artigianale di qualità” e di “gelato artigianale di qualità”; il 3 introduce il marchio regionale di qualità del gelato artigianale e il relativo disciplinare di produzione; il 4 istituisce il Registro regionale; il 5 disciplina i corsi della formazione e dell’aggiornamento professionale; il 6 prevede l’avvio di azioni finalizzate al contrasto dell’abusivismo nel settore. Tra le finalità del provvedimento viene sottolineata “la valorizzazione dei processi di produzione, la creazione di reti con i produttori di materie prime del Friuli Venezia Giulia  e la tutela del consumatore con particolare riguardo all’informazione relativa alle caratteristiche organolettiche e alla qualità igienica e alimentare offerta”. Come avviene in tutti i contesti della politica sono state avanzate da parte dell’opposizione alcune perplessità in quanto il gelato, a differenza di altri prodotti tipici di un territorio, sembra difficilmente si possa collegare ad una singola Regione. In tutta l’operazione è previsto il coinvolgimento delle Associazioni di categoria.