PLASTICA MONOUSO: COSA PREVEDE VERAMENTE LA DIRETTIVA

Ultimamente si è molto parlato, anche nel mondo del gelato, della direttiva dell’ Unione europea sulle materie plastiche monouso approvata il 21 maggio 2019 e pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea il 12 giugno. Il provvedimento si pone l’obiettivo di ridurre i rifiuti, soprattutto marini, e vieta a partire dal 2021 l’utilizzo di determinati prodotti in plastica usa e getta per i quali esistono alternative in commercio. Per quanto riguarda l’Italia la direttiva dovrà essere recepita entro il 3 luglio 2021; per avere informazioni precise riteniamo si debba dunque attendere la normativa che sarà approvata.

Bisogna tuttavia prestare attenzione in quanto, sull’onda del sempre più diffuso interesse riguardo alla salvaguardia ambientale, sono ormai molte le Amministrazioni pubbliche che hanno emanato ordinanze “Plastic Free” che vietano, in certi contesti, l’ utilizzo e la distribuzione di determinati prodotti quali stoviglie, bicchieri, posate e cannucce in plastica che vanno anche oltre i prodotti individuati dalla direttiva europea. Tra i divieti non compaiono poi esplicitamente i prodotti i poliaccoppiato (carta più pellicola in plastica o bioplastica) largamente usati per bicchieri, coppette per gelati, bevande, cibi da asporto, ecc. considerati ancora non facilmente sostituibili. Gli obiettivi di riduzione vengono però demandati ai paesi dell’UE, così come le misure per raggiungerli tra possibilità di restrizioni all’uso e promozione di alternative riutilizzabili.

Questo l’elenco dei prodotti e imballaggi che la direttiva vieta:
Bastoncini cotonati per la pulizia delle orecchie
Posate (forchette, coltelli, cucchiai, bacchette)
Piatti (sia in plastica che in carta con film plastico)
Cannucce
Mescolatori per bevande
Aste per palloncini (esclusi per uso industriale o professionale)
Contenitori con o senza coperchio (tazze, vaschette con relative chiusure) in polistirene espanso (EPS) per consumo immediato (fast-food) o asporto (take-away) di alimenti senza ulteriori preparazioni
Contenitori per bevande e tazze sempre in EPS
Tutti gli articoli monouso in plastica oxo-degradabile (…degradabile ma comunque inquinante)

Ad onor di cronaca va anche rilevato come per qualcuno questa direttiva non riuscirà ad incidere profondamente sul problema ed anzi  creerà problemi a livello di industrie di settore e occupazione.

In ogni caso, la questione ambientale e della sostenibilità è ormai condivisa da una larga parte della popolazione, per cui è una tematica che, a nostro modesto avviso, al di là delle normative,  deve essere tenuta in particolare considerazione dalle aziende ( comprese le gelaterie) nell’impostare le loro attività. 

Seguici su:
error

redazione